Paola Risoli curriculum vitae | credits | contatti
home  |   lavori recenti  |   bidonville  |   interiors  |   fotografie  |   other works  |   social works  |   allestimenti  |   interventi critici  |   scritti  |   video
Interventi Critici
PAOLA RISOLI
In quei rustici armadi
c'Ŕ un mondo incantato

Un com˛ e un comodino laccati di nero, una sedia bianca di fronte ad una finestra: sembrano a prima vista semplici arredi di una casa di campagna inglese gli ultimi lavori di Paola Risoli, esposti fino al 6 aprile alla galleria Alberto Peola in via della Rocca 29. Ma aprendo gli sportelli e i cassetti di quei mobili si disvela un mondo incantato: un bosco, una foresta in miniaturista dietro quell'antina che diventa sipario di un magico sorprendente paesaggio. C'Ŕ una singolare coerenza tra la personalitÓ e l'aspetto, dolce e minuto, di Paola Risoli, e i suoi lavori, costruiti meticolosamente in carta pesta dipinta, riproducendo oggetti pari al vero e poi assemblandoli in nature morte realistiche e surreali nel contempo. In "Frame", ad esempio, Paola accosta su una mensola libri antichi, una candela, rose essiccate, una sveglia, quadretti con le riproduzioni di celebri dipinti, come la canestra di frutta di Caravaggio. Crea teatrini, case di bambola, dentro cui recitano le tante "buone cose di pessimo gusto", con sensibilitÓ quasi gozzaniana, sospesa tra neokitsch e port-decadentismo.
Il merito di aver lanciato questa giovane promessa dell'arte torinese Ŕ di Alberto Peola che, nella sua galleria al piano rialzato di via della Rocca 29, presenta fin dal 1989 artisti il pi¨ delle volte esordienti.

Guido Curto - La Stampa Torino Sette (14 marzo 1996)
Back